Il Diarium al tempo del blog.

Cosa sto imparando in questo periodo?

Per un coach apprendimento e obiettivi sono concetti cruciali. L’apprendimento è fortemente legato alla capacità di individuare nuove azioni per raggiungere obiettivi che ci stanno a cuore. Per farlo è necessario molto spesso cambiare punto di vista. Una crisi, un cambiamento di abitudini come quello che stiamo vivendo in questi giorni, da questo punto di vista rappresentano una potenziale opportunità. Cosa fare allora per perdere e abbandonare i nuovi punti di vista che stiamo vivendo in questi giorni? Un diario può esserci di aiuto. Il diario è una forma narrativa spontanea, scritta in stile colloquiale e con un linguaggio informale. Il termine viene dal latino medievale “diarium” a sua volta derivato da “dies” (giorno). Raccoglie e collega cronologicamente avvenimenti sociali con l’aggiunta di osservazioni personali. Al tempo delle reti il blog è una trasposizione elettronica di ciò che per secoli è stato il diario composto da fogli di carta a volte conservati in un luogo segreto. In questo periodo le nostre giornate, responsabilmente passate in casa a causa dell’infezione da Coronavirus, sono state travolte e sconvolte. Abbiamo dovuto smontare e rimontare abitudini e consuetudini che potrebbe essere utile rileggere in un tempo futuro per evitare che emozioni o episodi sbiadiscano come accade ai ricordi.

Perché allora non annotare su un quaderno, su una agenda, che cosa stiamo imparando da questa emergenza? Riportiamo che cosa abbiamo dovuto abbandonare. Scriviamo che cosa abbiamo riscoperto con piacere. Prepariamoci al dopo scrivendo che cosa faremo in modo nuovo e diverso da prima. Il diario ha attraversato i tempi e tutti gli eventi ad essa collegati. Molto di ciò che arrivato fino a noi è contenuto nei diari e nei racconti di chi ha attraversato la storia contribuendo, consapevolmente e inconsapevolmente, alla documentazione di avvenimenti e accadimenti. Gli appunti di guerra di Giulio Cesare hanno contribuito alla scrittura del De Bello Gallico. Il diario di viaggio in Italia di Goethe. Le Notas de Viaje di Ernesto Che Guevara che ha attraversato il Sud America in motocicletta e infine forse il diario più famoso, quello di Anna Frank, che ha documentato fino all’ultimo una delle pagine più dolorose della storia moderna. Diamo valore a questo faticoso periodo di viaggio, annotiamo episodi, scoperte e stati d’animo per ricordare e per aggiungere valore al forzato distanziamento sociale. Alla fine resta solo quello che vale e vale solo quello che resta.

book-scrivania-i-poteri-del-tempo

Condividi articolo:

Recommended Posts